venerdì 7 agosto 2009

Infortunio Sissoko: dubbi sul suo esordio in campionato



Dell’infortunio di Momo Sissoko avevamo già parlato qualche giorno fa: si era fratturato il quinto metatarso in uno scontro di gioco nel derby col Torino ed era rimasto fuori tutto il resto del campionato, lasciando la Juventus anche nella semifinale di Champions League contro il Chelsea. I medici lo stanno tenendo sotto continua osservazione perché, nonostante l’intervento chirurgico sia perfettamente riuscito, il decorso di guarigione appare più complicato del previsto.

Dopo cinque mesi, insomma, da una frattura al piede si guarisce tranquillamente senza essere un atleta (che normalmente, a quei livelli, recupera molto prima!): perché Sissoko (foto La Stampa) è ancora fermo? Lo staff medico della Juventus ha spiegato di aver riscontrato un quadro clinico “strano” e “complicato” che induce alla massima prudenza: nonostante il calciatore maliano volesse giocare almeno in partitella, gli è stato seccamente proibito dal prof. Goitre, responsabile sanitario bianconero.

Da una TAC è risultato che la vite nell’osso è saldamente al proprio posto e la frattura è guarita ma si è riscontrata un’infiammazione intraossea che dovrà riassorbirsi. E’ difficile che lo faccia spontaneamente in tempi brevi: più probabilmente si dovrà ricorrere ad una terapia specifica che ancora non è stata elaborata. Si sa solo che è stato contattato uno specialista ortopedico vicino allo staff Juve. I ben informati sostengono che Sissoko non sarà disponibile per l’inizio del campionato. Non ci voleva!

Nessun commento:

Posta un commento